Responsabile: Prof. Giulio Magli  -  Delegato per i rapporti con la scuola: Prof. Marco Bramanti
Home / formazione / Seminari FDS

Seminari FDS

I seminari FDS, nati nel 2008, si svolgono ogni anno da Ottobre a Marzo, il mercoledì pomeriggio alle 15:00. La serie propone conferenze tenute da docenti del Politecnico o da docenti esterni appositamente invitati (italiani e stranieri) e anche, tradizionalmente, una o più conferenze dedicate alla divulgazione scientifica e tenute da noti divulgatori.

I seminari sono liberi e aperti a tutti, in particolare a colleghi del Politecnico, a docenti di scuola secondaria di I e II grado e a studenti della scuola secondaria di II grado.
Per motivi logistici è richiesta una iscrizione tramite il seguente form online
 
 
 

Il calendario A.A. 2019/20:

Tutti i seminari si terranno in Sala Consiglio, 7° Piano del Dipartimento di Matematica, Ingresso via Ponzio 31/P

12° Ciclo - Seminari FDS
Prossimi Seminari
  • gen 15 mer 2020

    Riccardo Rosso (Università di Pavia)
    "Piu` che l'doppiar de li scacchi s'immilla" (Dante, Pd XXVIII, 93)
    Mercoledì 15 gennaio 2020 ore 15:00Sala Consiglio - piano 7° - edificio 14
    Abstract:
    In questo seminario verranno proposti alcuni problemi di indole matematica, ispirati dal gioco degli scacchi: dallo studio del percorso di un cavallo al numero massimo di regine che si possono disporre su una scacchiera senza che si possano minacciare. Si discutera` anche il metodo proposto nel XIX secolo da due matematici francesi, Delannoy e Lucas, per risolvere problemi di probabilita` servendosi della scacchiera. Si dara` risalto alla traduzione dei problemi in linguaggio matematico, in vista di un'eventuale fruizione didattica.

Seminari svolti
  • ott 16 mer 2019

    Paolo Finotelli (Politecnico di Milano)
    L'interazione fra neuroscienze e matematica: analisi della connettività cerebrale utilizzando i grafi
    Mercoledì 16 ottobre 2019 ore 15:30Sala Consiglio - piano 7° - edificio 14 - via Ponzio 31/p
    Abstract:
    L'intento di questo seminario è mostrare come l'interazione fra le neuroscienze e la matematica sia in continua crescita e sia destinata a costituire la base della medicina moderna. In particolare, verranno introdotti i fondamenti della connettività cerebrale e della teoria delle reti complesse, di cui la teoria dei grafi costituisce l’impalcatura matematica. Come caso particolare verrà presentato un recente modello per la determinazione della connettività cerebrale basato sulla teoria dei grafi.

  • ott 30 mer 2019

    Giulia Bini (Università degli Studi di Torino)
    Maths goes social: usare i meme per fare matematica in classe
    Mercoledì 30 ottobre 2019 ore 15:00Sala Consiglio - piano 7° - edificio 14 - via Ponzio 31/p
    Abstract:
    Questo seminario vuole condividere i primi risultati di un lavoro di ricerca sui significati e i possibili usi didattici dei meme matematici. I meme sono oggetti digitali – tipicamente di natura umoristica – creati dagli utenti e condivisi in modo virale nel web: essi vengono dal pianeta social, ma recenti ricerche mostrano che possano dare un contributo alla didattica della matematica, facendo leva su ciò che gli studenti conoscono. Nel seminario sarà prima proposto un costrutto teorico per identificare gli elementi che compongono il sistema di significati veicolati da un meme e verranno condivisi esempi ed esperienze didattiche.

  • nov 13 mer 2019

    Anna Salvadori, Primo Brandi (Università di Perugia)
    La retromarcia in Matematica: invertire formule, funzioni, operatori
    Mercoledì 13 novembre 2019 ore 15:00Sala Consiglio - piano 7° - edificio 14
    Abstract:
    Scopo dell’intervento è presentare il percorso didattico innovativo, in continuità fra vari ordini scolastici, sul tema dell’invertibilità. Partendo dalle formule inverse delle funzioni elementari, l’argomento sottende la soluzione delle equazioni elementari ed è la chiave per affrontare i modelli differenziali. Il tema sarà trattato in interazione dinamica fra Realtà e Matematica. Nota: questo seminario sarà una lezione-laboratorio e avrà durata un’ora e mezzo.

  • nov 20 mer 2019

    Marco Pedroni (Università di Bergamo)
    Geometrie non Euclidee e Teorie Fisiche
    Mercoledì 20 novembre 2019 ore 15:00Sala Consiglio - piano 7° - edificio 14
    Abstract:
    Dopo aver introdotto il concetto di geodetica su una superficie e aver brevemente discusso le geometrie non euclidee, si passerà a una descrizione della relatività (ristretta e generale). Lo scopo è quello di mostrare che in relatività generale avviene una fusione tra geometria e fisica: lo spazio non si può più concepire come un palcoscenico immutabile nel quale vengono poi introdotti i corpi, come nelle teorie classiche. In conclusione, se il tempo lo permetterà, si accennerà all'osservazione delle onde gravitazionali

  • nov 27 mer 2019

    Giuseppe Conti (Università di Firenze)
    Un viaggio nel mondo dei poliedri
    Mercoledì 27 novembre 2019 ore 15:00Sala Consiglio - piano 7° - edificio 14
    Abstract:
    In questo seminario intendo esporre un argomento molto importante della geometria dello spazio, anche se, talvolta, questo viene trascurato, o presentato superficialmente, nei programmi della scuola superiore: i poliedri. Dopo avere introdotto la loro definizione e le loro principali proprietà, sarà mostrata la loro presenza nella natura, nella vita quotidiana e nell’arte, partendo dall’antica Grecia fino ad arrivare ai nostri giorni. Anzitutto saranno trattati i poliedri regolari; successivamente sarà introdotta l’importante famiglia, soprattutto nelle applicazioni, dei poliedri archimedei. Infine, saranno presentati gli interessanti poliedri di Goldberg

  • dic 4 mer 2019

    Alice Lemmo (Università degli studi dell’Aquila)
    Come utilizzare le prove invalsi nella pratica d’aula
    Mercoledì 4 dicembre 2019 ore 15:00Sala Consiglio - piano 7° - edificio 14
    Abstract:
    L’obiettivo del seminario è riflettere su come, a partire dai dati restituiti dal Servizio Nazionale di Valutazione, si possano intraprendere azioni di consolidamento e miglioramento all’interno dalla propria classe, e non concentrarsi su cosa fare per preparare le prove INVALSI. Questo viene realizzato esplicitando il legame delle domande con le Indicazioni Nazionali e con le prassi didattiche, e utilizzando gli opportuni costrutti della didattica. Particolare rilievo verrà dato al fatto che gli obiettivi di apprendimento alla base delle pratiche d'aula sono fissati dalle Indicazioni Nazionali e non dalle prove che invece forniscono informazioni su come questi obiettivi sono raggiunti

Marco Bramanti e Domenico Brunetto